Weblogic

PUNTERUOLO ROSSO, SCATTA PREVENZIONE
Scritto da comunicato stampa   
Mercoledì 30 Novembre 2011 14:09
Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

INDIVIDUATA AREA ROSSA NEL TERRITORIO COMUNALE. TUTTI GLI OBBLIGHI DEI PROPRIETARI DI PALME

Tutela ambientale, nuove disposizioni per arginare il proliferarsi del “punteruolo rosso”, il parassita delle palme. Interventi, identificate due fasce: AREA ROSSA, particolarmente interessata dal fenomeno, e AREA ARANCIO, di prevenzione. I proprietari delle piante colpite dal coleottero devono provvedere all’abbattimento delle stesse e alla segnalazione agli uffici preposti.

Intensificati i controlli. È quanto rende noto l’Ufficio Ambiente e Territorio del Comune che, nei giorni scorsi, in collaborazione con il Servizio Fitosanitario della Regione Calabria, ha predisposto la pianificazione degli interventi. Maggiori informazioni, per i cittadini, sono reperibili sul sito istituzionale del Comune (www.rossano.eu).
Attraverso un’ordinanza il Sindaco Giuseppe ANTONIOTTI ha istituito una zona d’infestazione, del raggio di un chilometro attorno a contrada MOMENA, area in cui si è verificato il primo attacco del “punteruolo rosso”, e una zona cuscinetto nel raggio di 10 km.
In virtù di ciò è fatto obbligo ai possessori di palme presenti nel territorio comunale, specie a quelli rientranti nell’AREA ROSSA, di adottare tutte le misure fito-sanitarie previste, con un programma costante e continuo di trattamenti contro il parassita. Nell’AREA ARANCIO è d’obbligo applicare, invece, la normale attività di controllo, volto alla salvaguardia degli alberi.
Inoltre, nel caso in cui dovessero essere registrati sintomi d’attacco del coleottero alle piante, oltre agli interventi lenitivi, è necessario dare tempestiva comunicazione agli Uffici degli Ispettori fitosanitari territoriali del dipartimento di Corigliano (Tel. 0983/851385 – Fax 0983/851217), che attiveranno la profilassi obbligatoria o interventi di eradicazione.
In caso di inadempienza a quanto indicato nell’ordinanza si procederà alla denuncia all’autorità giudiziaria.

 


Articoli correlati:

Powered By relatedArticle

Commenti  

 
#1 PunteruoloAmico 2011-11-30 17:53
Già un anno fa, quando era in carica la vecchia amministrazione , venne segnalata questa problematica ma come al solito venne fatto poco o niente!!! :-*
Citazione
 

Aggiungi commento

Avvertenza: a giudizio insindacabile della Redazione saranno pubblicati solo i commenti relativi al contenuto dell'articolo. La Redazione si riserva inoltre di omettere eventuali passaggi dei commenti che riportino riferimenti a cose e/o persone non verificabili da parte della stessa)


Codice di sicurezza
Aggiorna